L’ILLEGGIBILE: IL GIORNALE REALIZZATO DAGLI OSPITI DI MASO TOFFA

E’ uscito il primo numero de L’Illeggibile, il giornale realizzato dagli ospiti del servizio socio – riabilitativo di Maso Toffa, che per questa prima edizione hanno scelto come tema le relazioni.

L’Illeggibile sarà distribuito agli ospiti e alle loro famiglie, ai servizi che collaborano con noi di Oltre e potrete anche trovarlo alla biblioteca di Cavalese.

Il progetto nasce ad aprile 2019 dal bisogno e dalla volontà di trovare un nuovo canale comunicativo per le persone che frequentano Maso Toffa e per far conoscere la nostra realtà alla comunità in cui viviamo e lavoriamo.

Abbiamo pensato ad un giornale per dare la possibilità ai nostri ospiti di dedicarsi a diversi stili narrativi, confrontandosi tra loro sulle proprie idee e passioni, per poi rielaborarle su un piano più oggettivo e attribuire significati personali e generali alle esperienze vissute.

Dal tema delle relazioni sono scaturiti numerosi spunti, – sotto forma di riflessioni o di condivisione di esperienze personali – che approfondiscono argomenti molto diversi e allo stesso tempo legati tra loro, quali ad esempio: l’autostima, la solitudine, il conflitto e il rapporto tra uomo e natura.

Oltre a questi argomenti, ne L’Illeggibile troverete anche recensioni e consigli letterari, interviste, racconti di viaggio e alcune ricette.

Vi invitiamo a sfogliare le pagine di questo giornale per conoscere la nostra realtà, attraverso le parole delle persone che la vivono quotidianamente e che negli ultimi otto mesi si sono dedicate alla creazione degli articoli e delle rubriche che leggerete.

Ringraziamo di cuore la redazione di Liberalamente, il giornale del Centro di Salute Mentale di Trento, per la disponibilità a fornirci consigli preziosi per la stesura de L’Illeggibile.

La realizzazione di questo giornale è l’ultimo progetto che abbiamo promosso, su questo sito e sulla nostra pagina Facebook potete trovare informazioni su tutto quello che facciamo e abbiamo fatto nelle valli di Fiemme e Fassa, rispettivamente nelle sedi di Maso Toffa e Scola Veies.

A questo punto non ci resta che augurarvi buona lettura!