Questione di stile: buone pratiche ed ecoazioni

Vivere in maniera più sostenibile ed ecologica si può, ma è necessario il contributo di ognuno di noi.

Il progetto “Questione di stile” è nato proprio da questa consapevolezza: per rendere maggiormente sostenibile il nostro impatto sul pianeta, è necessario partire da noi stessi e dal contributo che possiamo dare in tal senso.

Le tecnologie che hanno reso la vita più facile hanno anche contribuito alla dispersione di saperi e tecniche che erano utilizzati in passato. Inoltre è cresciuto anche l’utilizzo inconsapevole in ambito domestico di prodotti nocivi sia per l’ambiente che per la salute dell’uomo. Si aggiunga inoltre che l’acquisto di prodotti industriali, imballati, preconfezionati, precotti, ecc. va a incidere in maniera rilevante sul bilancio domestico, nonché sull’incremento della quantità di rifiuti che ogni famiglia produce.
Questi sono gli obiettivi che si pone il progetto, avviato nel 2009:

– promuovere uno stile di vita meno improntato al consumo

– dimostrare che l’autoproduzione può portare a un significativo risparmio all’interno del bilancio familiare

– riprendere le tradizionali tecniche di economia domestica

– sensibilizzare la comunità locale sul rispetto dell’ambiente.